Roma, 27 giu. (LaPresse) – “Il Ponte sullo stretto di Messina non è uno spreco di risorse pubbliche. E’, invece, un’opera strategica per la crescita e lo sviluppo non solo della Sicilia ma dell’intero Mezzogiorno”. Lo dichiara, in una nota, il presidente nazionale della Fapi (Federazione autonoma piccole imprese), Gino Sciotto. “Non c’è sviluppo senza mobilità di merci e persone, – aggiunge il leader della Fapi – pertanto chi si oppone alla realizzazione di tale opera vuole dividere ancora l’Italia, in una parte più competitiva ed una che arranca economicamente. Le piccole imprese chiedono di aprire al più presto i cantieri per la realizzazione di questa importante infrastruttura che renderà possibile collegare la Sicilia al resto del Paese”, conclude Sciotto.

Condividi