Roma, 23 mag – (Nova) – Semplificare e sburocratizzare sono “gli ingredienti della ricetta giusta per aiutare le imprese a riacquistare fiducia e tornare ad investire in Italia. Il governo passi dalle parole ai fatti e vari subito un decreto legge per velocizzare gli iter amministrativi ed autorizzativi, in particolare quelli inerenti l’avvio di nuove attivita’ di impresa”. Lo afferma, il presidente nazionale della Fapi (Federazione autonoma piccole imprese), Gino Sciotto. “Lo abbiamo vissuto in queste settimane con il dl liquidita’, – spiega Sciotto – dove una burocrazia farraginosa ha impedito alle imprese di ricevere subito i finanziamenti che lo Stato ha garantito attraverso il fondo di garanzia. E’ evidente – aggiunge -che le buone intenzioni di Palazzo Chigi in molte occasioni vengono sterilizzata da una coacervo di norme e autorizzazioni che impediscono una celere applicazione dei decreti legge. Saremo strenui sostenitori di chi avra’ la determinazione di varare una riforma epocale su semplificazione e sburocratizzazione, abrogando anche le miglia di leggi inutili, da quelle nazionali a quelle regionali. E’ una sfida ambiziosa – conclude il leader della Fapi – che il governo ed il parlamento non possono piu’ rinviare se davvero hanno intenzione di trascinare il Paese fuori dalla crisi economica”. (Rin) NNNN

Condividi