Si ricorda che il decreto “Cura Italia” prevede che “sono sospesi dall’8 marzo al 31 maggio 2020 i termini relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici degli enti impositori”. Lo stesso articolo, inoltre, dispone la proroga biennale dei termini di accertamento che scadono entro il 31 dicembre di quest’anno;

All’articolo 83, in tema di giustizia tributaria, è prevista la sospensione dei termini di impugnazione dal 9 marzo al 15 aprile 2020, precisando inoltre che “ove il decorso del termine abbia inizio durante il periodo di sospensione, l’inizio stesso è differito alla fine del periodo”.

Condividi